PER CHI SUONA IL PAESAGGIO

PER CHI SUONA IL PAESAGGIO
8 Maggio 2016 canecapovolto

Venerdì 13 Maggio, ore 19.00/21.00

PRESENTAZIONE DEL MEETING FKL 2016 A CATANIA

La terza edizione di PER CHI SUONA IL PAESAGGIO, incontro nazionale promosso da FKL, rivolto a operatori, sound artist, persone interessate al tema del PAESAGGIO SONORO, si terrà a Catania dal 19 al 22 maggio nei locali del Teatro Machiavelli, in piazza dell’Università.
Quattro giorni, con una ventina di incontri, 3 sessioni di ascolto, due concerti, tre workshop ed una passeggiata di ascolto sull’Etna.

Il Forum für Klanglandschaft (FKL) – Forum per il paesaggio sonoro – è una associazione transnazionale che si propone di costruire una rete diffusa per lo scambio di informazioni e idee, tra istituzioni e singoli che si occupano dell’ambiente acustico e del paesaggio sonoro.
Nato in seguito all’impulso dato dal World Forum for Acoustic Ecology WFAE (Vancouver, B.C.) costituitosi nel 1993 sulla base di ricerche svolte negli anni 70, il FKL svolge e sostiene attività nelle scienze, nelle arti e nell’educazione, e promuove collegamenti tra questi campi, per una maggiore sensibilizzazione verso l’ambiente acustico attraverso un ascolto aperto e attivo.

Per l’occasione Scuola FuoriNorma ospiterà un incontro di presentazione del Meeting con interventi di:

Stefano Zorzanello (Presidente di FKL Italia e di SSRG-Sound Scape Research Group onlus)
Cecilia Alemagna (vice presidente SSRG)
Giulio Pirrotta (coordinatore RSPS-Rete Siciliana per il Paesaggio Sonoro)
Alessandro Aiello (canecapovolto)

A fine serata proiezione di
“… e si lasciò ascoltare. Catania City Concert” (2016, 30′)
Un documentario dell’Associazione Documenta/O.T.P. su Llorenç Barber a Catania.

Qui il sito dell’ FKL
Maggiori info su Paesaggio Sonoro

Il programma completo della quattro giorni di Catania è pubblicato all’indirizzo
http://www.paesaggiosonoro.it/incontro2016/index.html

Avatar
Dal 1992 il collettivo studia e sperimenta le possibilità espressive della visione e delle dinamiche della percezione, ricorrendo a pratiche di produzione legate principalmente ai dispositivi audio-video.